Partner

Cisco Networking Academy    ICT Academy   Ithum S.r.l.   LPI Italia

Patrocinio

Regione Puglia

Regione Puglia

Varie

Appello: salviamo UniversiBo, progetto di software libero

Riceviamo dalla mailing list dei LUG italiani e inoltriamo a tutti voi l’appello di Domenico Spalluto, Presidente dell’Associazione UniversiBO:

Salve,

Questo appello è stato inviato a tutti i LUG e associazioni di software libero esistenti in Italia, o quantomeno quelle di cui siamo riusciti a recepire i contatti.

Vi scrivo queste righe per chiedervi un aiuto tecnico in quanto uno dei progetti italiani più longevi in materia di software libero, rischia di esser dismesso.

Questo progetto si chiama UniversiBO, un sito il cui codice è stato interamente scritto  da zero dai ragazzi e che ha permesso a molti studenti dell’ateneo bolognese di trovare appunti utili per il proprio studio, di ricercare le domande frequenti d’esame, di scambiare idee ed opinioni, di costruire una comunità, di inviare notifiche istantanee tramite sms.

Una risorsa che dopo un decennio rischia di chiudere, in quanto nell’attuale staff non vi sono le competenze sufficienti per risolvere i numerosi problemi tecnici, o meglio non vi sono più, in quanto i tecnici dopo il loro percorso di studi sono prossimi alla laurea.

Chiediamo a voi tutti di aiutarci a far rinascere il progetto, perchè siamo convinti della filosofia che lega la nostra associazione alle vostre, e siamo convinti che in un maxi-ateneo come quello bolognese non possa venir meno un gruppo storico di diffusione del free software.

Dedicateci una parte del vostro tempo libero.

Da parte di UniversiBO è garantita la massima serietá e la totale collaborazione di tutto lo staff, al fine di aggiornare anche le nostre conoscenze.

Speriamo di potervi trasmettere la stessa importanza che per noi riveste la rinascita, o meglio, la rivitalizzazione di questo progetto. Non vogliamo e non possiamo arrenderci alla dismissione di UniversiBo.

L’invito è, ovviamente, aperto sia a studenti che a non studenti, con la convinzione che si possa esportare un modello di esperienza decennale in altri atenei.

 

Cordiali saluti,

Domenico Spalluto

Presidente Associazione UniversiBO

e lo Staff tutto

 Site: www.universibo.unibo.it Social: fb.me/UniversiBO

Chiusi per ferie

Con l'incontro di stasera si conclude l'anno 2009-2010, un anno veramente ricco di "successi" e soddisfazioni per Pane e PC e tutti i suoi componenti. E' con soddisfazione, quindi, che auguriamo a tutti voi

BUONE VACANZE

[techtags: Agosto, ferie, Pane e PC]

Sarà una Pasqua “dolce”, grazie ad Azione Verde

Quella del 2010 sarà di certo una Pasqua più "dolce" per i collaboratori di Pane e PC. Grazie a Daniela, Elisa e Francesco Sc., infatti, acquisteremo alcune uova di Pasqua – ed altre ne faremo acquistare ad amici e parenti – grazie al cui ricavato contribuiremo alla costruzione di una Scuola Secondaria e degli alloggi del Centro Polifunzionale che l'Associazione "Azione Verde" sta realizzando ad Amaigbo, nella Diocesi di Orlu in Nigeria.

E voi, le avete già comprate le uova di Pasqua? 🙂

[techtags: collaboratori, Azione Verde, Pasqua]

Auguri di buon 2010

Il 2009 è stato un anno ricco di successi per noi ragazzi di Pane e PC, basti pensare ad attività svolte con l'ANT di Crispiano o l'ANFFAS di Taranto, senza dimenticare il completamento del corso Cisco IT Essential 01 da parte di Gabriella, Gennaro, Guglielmo, Salvatore ed Andrea (a proposito: auguri!!!) che hanno ricevuto lo scorso 20 Dicembre il diploma direttamente da Stefano Za, socio fondatore di Ithum, nonchè professore a contratto presso l’università LUISS GUIDO CARLI di Roma – dove collabora stabilmente con il CeRSI (Centro di Ricerca sui Sistemi Informativi) – l’Università Tor Vergata di Roma e l’Università de L’Aquila.

Ed è proprio su questa strada che vogliamo continuare a lavorare, perchè siano tutti punti di partenza e non d'arrivo, augurando quindi a tutti voi un buon 2010, ricco di successi e soddisfazioni!

[techtags: Cisco, IT Essential 01, Pane e PC, ANT, ANFFAS, auguri, 2010]

Terremoto in Abruzzo: facciamo comunità

Due giorni fa la terra ha tremato, sconquassando la vita di migliaia di persone. Vogliamo unirci a quanti stanno lavorando per queste persone, e cominciamo col riassumere le iniziative pro-Abruzzo (fonte):

Anpas (Associazione nazionale delle pubbliche assistenze)

  • Conto corrente bancario presso Banca Etica. IBAN: IT17V0501802800000000512812. Causale: Anpas Emergenza Terremoto Abruzzo

Misericordie

  • Conto corrente bancario presso Monte dei Paschi di Siena Ag.6 di Firenze. Codice IBAN: IT 03 Y 01030 02806 000005000036. Causale: EMERGENZA ABRUZZO

Caritas

  • Conto corrente postale n. 13576228 intestato a Caritas Ambrosiana Onlus
  • Conto corrente bancario n. 578, aperto presso il Credito Artigiano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus. IBAN: IT16 P 0351201602000000000578
  • Carta di credito: donazione telefonica chiamando lo 0276037324 (orari di ufficio)

Croce Rossa Italiana

  • Conto corrente bancario n° 218020 presso: Banca Nazionale del Lavoro-Filiale di Roma Bissolati, Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 – Roma, intestato a Croce Rossa Italiana Via Toscana, 12 – 00187 Roma. IBAN: IT66C0100503382000000218020, Swift Code – BNLIITRR. Causale: PRO TERREMOTO ABRUZZO
  • Conto corrente postale n. 300004, intestato a: Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 Roma. IBAN: IT24X0760103200000000300004. Causale: PRO TERREMOTO ABRUZZO
  • Donazioni online: è anche possibile effettuare dei versamenti online attraverso il sito web della CRI a questo indirizzo op con PayPal

Avis Regione Abruzzo

  • Conto corrente IBAN: IT 13 D 02008 01601 000041415151 – Causale: ABRUZZO

MediaFrends

  • Conto corrente intestato a: Mediafriends – IBAN: IT41 D030 6909 4006 1521 5320 387 – Causale: EMERGENZA TERREMOTO ABRUZZO (per donazioni dall’estero aggiungere il codice BIC: BCITITMM)

Numero solidale 48580 attivato dalla Protezione Civile Nazionale per donare 2€ da telefono fisso (Telecom) e 1€ da mobile.

Altri link utili qui.

[techtags: terremoto, Abruzzo, iniziative, solidarietà]

 

Formazione continua

Continua la formazione dei ragazzi che collaborano con il progetto. Negli ultimi incontri si è data molta importanza allo studio delle slide preparate per i corsi, ma non sono mancati anche momenti di svago. Infatti ieri (13 Novembre) i ragazzi hanno visto nel laboratorio il film "I pirati di Silicon Valley", la cronaca romanzata di come i giovanissimi Jobs e Gates, nella metà degli anni settanta, arriveranno a realizzare il sogno del pc in una corsa che culminerà nel 1984 con l’introduzione del popolare Apple Macintosh e del seguente trionfo dei sistemi operativi della Microsoft sulla Apple (Wikipedia).

Da questa settimana, inoltre, grazie alla collaborazione con Ithum Srl di Roma abbiamo la possibilità di utilizzare documentazione creata "ad hoc" per corsi di alfabetizzazione informatica. Questo non può che semplificare il nostro lavoro, visto che Ithum è un’azienda presente da anni nel mondo della formazione.
Siamo inoltre ed ufficialmente alla ricerca di uno sponsor per la stampa delle dispense da consegnare agli studenti. Si tratta, in pratica, di libretti di circa 120 pagine in bianco e nero…se siete interessati, fatevi sentire a mezzo mail o commento sul blog!

[techtags: sponsor, I pirati di Silicon Valley, Microsoft, Apple, dispense]

Ricominciamo

Da qualche settimana i ragazzi di Pane e PC hanno ricominciato gli incontri (martedì e giovedì, orientativamente 19.00-21.00) e si son dati da fare come sempre con tanto impegno:

  • E’ stata completata l’installazione/configurazione del server LTSP, ora c’è da testarlo sul campo;
  • E’ stato completamente rifatto il layout dell’ufficio/laboratorio, con l’acquisto ed installazione di due nuovi scaffali e lo spostamento di tutte le scrivanie.
  • Sono state completate le slide per i corsi, sotto questo punto di vista siamo pronti per cominciare!

Abbiamo anche ricevuto una grossa donazione di materiale (per lo più stampanti) da un’azienda di Castellaneta (Ser.Fin. Srl), il tutto è stato inventariato…e a tal proposito è da segnalare anche l’installazione di un software per la gestione centralizzata dell’inventario e delle operazioni da svolgere sulle macchine.

Neanche a dirlo, si tratta di un software opensource: GLPI

Come sempre, un passo sopra il closed source!

[techtags: GLPI, ufficio, LTSP]

Donazioni

Cerca

Ultimi articoli

Categorie